Ultimi commenti

Ricerca Blog

Controllare gli attacchi di panico

Controllare gli attacchi di panico

Si definiscono come attacchi di panico gli episodi di intense ansietà accompagnata da una sensazione fisica di estrema eccitazione. I sintomi da attacchi di panico includono tachicardia, debolezza, vertigini, intorpidimento e formicolio a mani e dita, sudori, dolori al petto, difficoltà a respirare e la sensazione di aver perso il controllo. L’attitudine ad attacchi di panico negli affetti da BPCO è stimata a circa 10 volte che nelle persone normali.

Perché le persone con BPCO soffrono di attacchi di panico?

Nella BPCO, gli attacchi di panico spesso accadono quando il paziente sopravvaluta la minaccia immediata presentata dal peggioramento della dispnea. Sensazioni fisiche come mancanza di respiro e battito cardiaco fortemente accelerato vengono interpretate in maniera catastrofica, spesso causando ai pazienti sensazioni di soffocamento o di morte imminente.

 

Controllare il panico prima che lui controlli te.

 

Se hai mai sperimentato un attacco di panico, saprai quanto può essere spaventoso. Prevenire questi attacchi, o fermarne uno in corso, è il miglior modo per prendere il controllo sul panico, prima che sia lui a controllare te. Ecco 5 metodi per recuperare il controllo:

  1. Visita il tuo medico – Ci sono diverse terapie che sono efficaci nel trattamento degli attacchi di panico, inclusi antidepressivi, ansiolitici, inibitori della monoamino-ossidasi (MAOIs) e antipsicotici atipici (tranquillanti che riducono la tensione nervosa).
  2. Pratica tecniche di rilassamento – Una dose giornaliera di immaginazione guidata, rilassamento muscolare progressivo, profondi respiri o meditazione aiutano a ridurre l’intensa ansietà che viene comunemente associata agli attacchi di panico. Praticate quotidianamente, le tecniche che favoriscono il rilassamento possono anche fermare un attacco di panico che è già in corso.
  3. Aumenta l’attività fisica – regolari esercizi aerobici, come camminare o andare in bicicletta, riducono lo stress e la tensione accumulata, aumentando l’energia, migliorando l’umore e favorendo il sonno. Se il vostro obiettivo è quello di gestire in maniera efficace gli attacchi di panico, allora l’esercizio fisico è caldamente consigliato.
  4. Cerca una consulenza professionale – La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) è un tipo di psicoterapia che aiuta i pazienta a capire i modelli di pensiero e i sentimenti negativi che influenzano il loro comportamento. Gli studi suggeriscono che la CBT può ridurre in modo significativo gli attacchi di panico nella BPCO con conseguente minor numero di attacchi di ansia, pensieri catastrofici o ricoveri in ospedale.

Unisciti a gruppi di supporto – Secondo l’”Anxiety and Depression Association of American”, 40 milioni di adulti soffrono di un disturbo d’ansia. Partecipare ad un gruppo di sostegno, sia online, che in un centro della comunità locale, o in ospedale, vi fornirà  una rete di supporto sociale nella quale rifugiarsi per tutto il tempo di cui si ha bisogno.

Postato su 28/10/2014 Home, Tutti gli articoli, Curiosità 0 2733

Lascia un commentoRispondi al commento

Compara 0
Prec
Succ

Nessun prodotto

Per determinare Spedizione
0,00 € Totale

Completa l'ordine