Clicca per altri prodotti.
Nessun prodotto trovato
Ricerca blog
Ultimi commenti
Non ci sono ancora commenti

Rimedi contro il Covid-19: tenere le finestre aperte serve?

Pubblicato3 Settimane fa 327
Malgrado siano passati diversi mesi dall'inizio della pandemia, ancora non ci sono rimedi efficaci per contrastarlo. Una precauzione aggiuntiva contro il contagio, oltre all'uso di mascherine, distanziamento e norme di igiene, è quella di garantire una corretta aerazione degli ambienti.
Alcuni recenti studi hanno infatti confermato l'efficacia questo comportamento.


 

Covid: l'utilità delle finestre aperte


 

 Covid-finestre-aperte


 

Contro il Covid-19 esistono pochi rimedi ma quello di tenere sempre le finestre ambiente aperte si dimostra uno tra i più validi. Difatti, di recente è stato pubblicato uno studio dell'Università del New Mexico che spiega per quale ragione sia fondamentale mantenere sempre areati gli spazi chiusi. I ricercatori di fisica che si sono occupati di portare avanti lo studio hanno dimostrato che lasciare le finestre aperte in uno spazio chiuso riduce del 70% la possibilità di essere contagiati. Se il ricambio d'aria è costante, i cosiddetti droplet (ossia le gocce emesse dalle persone già infettate dal Covid-19) tendono a disperdersi e a perdere di conseguenza la loro potenziale infettività. Di conseguenza il rischio di contrarre l'infezione diminuisce drasticamente e questo può essere utile soprattutto in alcuni ambienti come asili, scuole e uffici.


 

L'aria condizionata è utile contro il Covid?


 

 


 

A questo punto, dato che lo studio conferma l'utilità dell'areazione degli ambienti chiusi, è lecito chiedersi se anche per l'aria condizionata valga lo stesso concetto. Anche tale meccanismo favorisce la dispersione dei droplet abbattendo il rischio di contrarre la malattia? Secondo lo stesso studio condotto dall'Università del New Mexico, la situazione in questo caso cambia. Sebbene inizialmente le particelle che contengono la proteina virale infettiva diminuiscano del 50%, il resto di queste ultime può depositarsi sulle superfici della stanza. A causa del meccanismo di circolazione dell'aria condizionata, le particelle potrebbero rientrare nell'aria e contagiare i presenti. L'aerazione degli ambienti si dimostra fondamentale, poiché se il flusso d'aria non viene disperso e modificato i droplet possono raggiungere i 2,4 metri di distanza, contagiando, ad esempio, molti studenti in un'aula scolastica. Prestare quindi attenzione anche agli spazi chiusi può essere utile per prevenire le infezioni da Covid-19.

 

fonte: (http://news.unm.edu/news/keeping-covid-19-out-of-classrooms-open-windows-use-glass-screens-in-front-of-desks)

Lascia un commento
Rispondi alla recensione
t

Menu

Impostazioni

Clicca per altri prodotti.
Nessun prodotto trovato