Clicca per altri prodotti.
Nessun prodotto trovato
Ricerca blog
Ultimi commenti
Non ci sono ancora commenti

Vaccino anti Covid-19: Entro quando?

Pubblicato2 Settimane fa 457

Ad oggi, dopo l’arrivo su scala globale della seconda ondata del nuovo Coronavirus, la corsa al vaccino anti Covid è più accesa che mai. L’istituto mondiale della sanità afferma che, tra i duecento candidati, sono una decina i vaccini arrivati in fase sperimentale 3. Tra questi, anche quello dell’Università di Oxford in collaborazione con l’italiana Irbm Science Park di Pomezia.



Siamo quindi vicini alla distribuzione?


Dopo quasi un anno dallo scoppio della pandemia, le prime case farmaceutiche ad avvicinarsi alla commercializzazione sono due: Pfizer da poche ore ha annunciato di voler chiedere l’autorizzazione per l’uso emergenziale alla FDA americana, mentre Astrazeneca ha dichiarato che la commercializzazione del suo vaccino potrebbe già avvenire nei primi mesi del 2021.


I vaccini basteranno per tutti?


Dell’effettiva disponibilità del vaccino sul suolo italiano non si sa ancora nulla. Trattandosi di miliardi di dosi, sicuramente dovremo attendere i consueti tempi tecnici di produzione e distribuzione. Da un’intervista rilasciata da Josep Baselga a “El món” su RAC1 , il vicepresidente esecutivo della Ricerca e Sviluppo in Oncologia di Astrazeneca, conferma la volontà di arginare questa problematica producendo già il vaccino, anche senza autorizzazione alla commercializzazione: “Abbiamo iniziato a produrre milioni e milioni di dosi di vaccini prima di sapere se funziona perché non vogliamo aspettare sei mesi”.


Fase di sperimentazione 3 e le difficoltà


Nonostante la commercializzazione sia vicina, non dobbiamo dimenticare che tutti i vaccini sono ancora in fase sperimentale e non è detto che passino i severi test. Ne è esempio quello di Johnson & Johnson, ormai sospeso dopo che uno dei partecipanti allo studio, come riporta il sito del produttore, ha reagito ammalandosi in maniera “inspiegabile”. La stessa sorte è capitata alla brasiliana Sinovac, dopo un grave “incidente avverso” del 29 ottobre (fonte Wall Street Journal: https://www.wsj.com/articles/brazil-suspends-trials-of-chinas-sinovac-coronavirus-vaccine-11604972556) Le premesse dell’arrivo del primo vaccino sono buone, non ci resta che attendere ulteriori sviluppi.

Lascia un commento
Rispondi alla recensione
t

Menu

Impostazioni

Clicca per altri prodotti.
Nessun prodotto trovato